Scott Craig, un chiropratico di Delaware, è ben consapevole di come affrontare le allergie di primavera.

I suoi occhi si gonfiano e si sente un prurito in loro. Il naso che cola e sente dolore nella gola. “Nei giorni in cui c’è un alto polline nell’atmosfera, posso essere fuori casa per un breve periodo di tempo, che è infatti fastidioso perché i bambini vogliono giocare all’aperto”, dice il signor Scheibers.allergie-primavera-phenq-italia

Ad esempio, diciamo che le allergie di primavera si verificano in molti stati dell’America sin dalle prime ore del giorno, intorno a febbraio e ultimo fino all’estate. Ancora molte persone sperimentano sintomi di allergia durante tutto l’anno.

Vedi sotto alcune semplici mosse che puoi fare per ottenere qualche sollievo da fastidiose allergie reali.

1. Limitare il tempo lontano da casa

Ogni primavera, gli alberi rilasciano nell’aria miliardi di piccole particelle di polline. Quando queste inalazioni entrano nel naso e nei polmoni, è possibile innescare una reazione allergica. Rimanere all’interno della vostra casa può aiutare, specialmente nei giorni in cui c’è aria e durante le prime ore del mattino quando il polline sta circolando ad alti tassi.

Tuttavia, quando si esce, indossate sempre gli occhiali da sole per mantenere il polline lontano dagli occhi. Una maschera filtrante può anche aiutarti a tagliare l’erba o quando si esegue il lavoro in giardino. Ci sono molte maschere diverse disponibili sul mercato, quindi chiedi al tuo medico di consigli su quale tipo funzionerà meglio per te.

Quando torni a casa, fai sempre una doccia, lavi i capelli e cambia vestiti. Altrimenti porterai il polline nella tua casa.

2. Usa alcuni farmaci antiallergici

È possibile aiutare sia gli adulti che i bambini che mostrano l’arricciatura e il naso che cola. Gli antistaminici, che bloccano la risposta del corpo alle allergie, funzionano di solito in meno di un’ora. Ma leggere attentamente le istruzioni sull’imballaggio. Alcuni farmaci più anziani possono causare nausea.

Per i casi più gravi di allergie, sono generalmente raccomandati sprays nasali. Ma non aspettatevi che i sintomi scompaiano immediatamente. Può richiedere alcuni giorni prima di iniziare a lavorare in ogni caso. Poiché di solito hanno effetti collaterali come un bruciore, un sangue secco o nasale, utilizzare la dose più bassa che può controllare i sintomi.

Il tuo medico personale può suggerire iniezioni di allergia se non si può alleviare i sintomi. Contengono una quantità minima di polline e aiuteranno il vostro corpo a creare la resistenza al polline circolante nell’atmosfera. È molto probabile che avete bisogno di una iniezione ogni mese per 3 o 5 anni.

3. Proteggersi in precedenza

Inizia a prendere un farmaco prima che i tuoi occhi cominciano a strappare ininterrottamente e starnutire costantemente, almeno una settimana prima dell’inizio della stagione. In questo modo la droga sarà nel tuo sistema quando ne hai bisogno.

4. Usa un sollievo naturale

Alcuni rimedi erboristici possono aiutare a rimuovere i sintomi allergici. Certamente sono necessarie ulteriori ricerche in questo campo, ma ad esempio un estratto da una cespuglia denominata fauna selvatica sembra fare promesse. Alcuni preparati cinesi mostrano anche risultati soddisfacenti.

Quello che dovresti definire fin dall’inizio è quello di informare il medico prima. La terapia naturale o l’alternativa non significa necessariamente che sia sicuro.

Ci sono casi in cui alcuni di questi rimedi alle erbe causano reazioni allergiche nelle persone che mostrano una certa sensibilità a particolari piante. E proprio perché non è così chiaro come possono aiutare queste piante, i possibili effetti collaterali a lungo termine non sono ancora noti.

5. Semplici e piccoli cambiamenti a casa

I cambiamenti semplici possono portare la differenza. Chiudere tutte le finestre per tenere il polline fuori casa. Usa un condizionatore per raffreddare la casa, portando l’aria da fuori, invece di un ventilatore.

Lasca le tue scarpe alla porta della tua casa e chieda ai tuoi ospiti di fare lo stesso. Questa mossa manterrà gli allergeni dalla casa.

Pulire gli interni con un aspirapolvere che usa un filtro ad alte prestazioni che può anche pulire le particelle più piccole d’aria. E non appendere vestiti o lenzuola all’aperto in giorni molto caldi. Raccolgono tutto il polline mentre sono all’aperto.

Infine, non fumare. Può aggravare i sintomi allergici. Se tu o qualcuno che stavi con te, fuma, è ora il momento migliore per rinunciarlo.